counter stats
Affiliata a: F.I.S.S. (Federazione Italiana di Sessuologia Scientifica) - E.F.S. (European Federation of Sexology) - W.A.S. (World Association for Sexual Health)
Associazione Italiana Sessuologia Psicologia Applicata
A.I.S.P.A.

Presidente prof. Willy Pasini

 

attaccamento

Attaccamento e soddisfazione sessuale

 

La teoria dell’attaccamento rimane uno dei capisaldi della psicologia e riferimento per studiare e capire le relazioni interpersonali. Molte ricerche precedenti hanno stabilito l’impatto degli stili di attaccamento sulle interazioni umane, comprese quelle sessuali. Quando il caregiver o, nei casi di relazioni il partner, è presente e supportivo, la persona sviluppa un senso di appagamento in termini di amore e attenzione verso di sé; di contro se il caregiver o il partner non è responsivo ma evitante e ambivalente, la persona svilupperà un attaccamento insicuro, con tutte le conseguenze del caso: prime fra tutte la fuga dall’intimità e l’ansia da abbandono. Coloro i quali manifestano un maggiore livello di ansia e un senso di vuoto affettivo, cercheranno conferme al di fuori, tra persone esterne alla coppia con timore di essere rifiutate anche dalle stesse. È molto comune inoltre che essi accettino di avere rapporti sessuali non voluti associati ad una scarsa capacità di esprimere i propri desideri, tutto ciò mosso dalla paura di perdere il partner. Coloro i quali manifestano principalmente la fuga dall’intimità tenderanno a presentare problemi nella sfera intima in quanto non considerano il partner in grado di soddisfare i propri bisogni, fino a preferire rapporti occasionali. L’ansia e l’evitamento sono correlati con un basso livello di soddisfazione sessuale e verso la sessualità in generale, che può essere agita per soddisfare bisogni emozionali e fisici. I primi sono risultati essere negativamente correlati con l’ansia, mentre i secondi con l’evitamento. Fattore importante è la soddisfazione del partner: per gli ansiosi sarà il metro di misura per la qualità della relazione, mentre per gli evitanti per il rischio o meno dell’abbandono. Il modo in cui uno stile di attaccamento può andare ad influenzare la soddisfazione sessuale è l’obiettivo che si è posto la presente ricerca, pubblicata sul Journal of Sexual Medicine nel 2017. Nello specifico Overup e Smith hanno impostato la ricerca intorno a due studi andando a distinguere tra soddisfazione fisica ed emotiva e prendendo in considerazione anche la risposta sessuale del partner come elemento fondamentale per la costruzione di quella del soggetto in questione. Per entrambi gli studi è stato assegnato come compito la compilazione di un diario per raccogliere sensazioni ed emozioni relative alle varie esperienze sessuali.
STUDIO 1
La prima parte della ricerca era orientata ad ipotizzare che alti livelli di attaccamento ansioso erano sono associati a una bassa soddisfazione emotiva, mentre alti livelli di evitamento sono correlati con bassa soddisfazione fisica. Sono stati reclutati 52 soggetti ai quali è stato chiesto, dopo una raccolta dati, di stilare un diario raccontando vissuti, emozioni e livello di soddisfazione sessuale del rapporto precedentemente avuto per due settimane. A seguito è stato somministrato l’Experiences in Close Relationships – Revised questionnaire per misurare il livello di ansia ed evitamento.
STUDIO 2
La seconda parte riprende i risultati della prima ma in aggiunta vuole indagare la percezione della soddisfazione sessuale del partner. Quest’ultima interagisce con l’attaccamento ansioso: quando la persona percepisce insoddisfazione nel partner, aumenta il disagio, mentre quando percepisce soddisfazione sessuale aumenta il benessere. A 144 soggetti è stato chiesto, come nella fase 1, di stilare un diario raccontando vissuti, emozioni e livello di soddisfazione sessuale del rapporto precedentemente avuto, questa volta per tre settimane. In aggiunta è stato chiesto loro di descrivere la percezione relativa alla soddisfazione sessuale ed emotiva del partner, mentre a seguito è stato somministrato l’Experiences in Close Relationships – Revised questionnaire per misurare il livello di ansia ed evitamento.
Dai risultati è emerso che l’attaccamento evitante è correlato con una minore soddisfazione sessuale, sia dal punto di vista fisico che emotivo. Paradossalmente, la sensazione di disagio si amplifica nel momento in cui il partner mostra partecipazione e appagamento, segnale per il partner evitante di una maggiore richiesta di intimità e vicinanza. Non è emersa invece una relazione tra l’attaccamento ansioso e il calo di soddisfazione sessuale. Se il partner si mostra appagato lo sarà conseguentemente anche il/la compagno/a e viceversa, segnale del fatto che la soddisfazione sessuale viene usata come metro di misura dello stato della relazione.

COMMENTO
La teoria dell’attaccamento è uno dei capisaldi teorici della storia della psicologia. Se da una parte ha consentito di definire delle linee per identificare i profili affettivi delle persone, dall’altra c’è il rischio di etichettarle come appartenenti ad uno piuttosto che ad un altro stile di attaccamento. Eppure non tutto è così certo. Le variabili personali e di vita sono talmente infinite che predire che stile di attaccamento avrà una persona con il proprio partner è quantomeno azzardato, e se ci pensiamo le analisi del caso si costruiscono sempre andando ad investigare il passato e giungendo poi alle conclusioni. La questione principale è che non si può ridurre una relazione amorosa o anche sessuale semplicemente ad una struttura di attaccamento affettivo. Certo può essere una parte, ma ricordiamoci che ci sono processi biologici e chimici. Ma soprattutto c’è il sentimento e l’attrazione che spesso se ne infischiano delle teorie psicologiche. Questo studio ha il merito di indagare un aspetto certo importante ma in un modo poco scientifico, visto l’utilizzo di un diario. Ma forse, non hanno avuto tutti i torti: nel sesso e nell’amore c’è veramente così tanta scienza?

Federica Casnici
Psicologa Sessuologa Clinica

 
attaccamento