counter stats
Affiliata a: F.I.S.S. (Federazione Italiana di Sessuologia Scientifica) - E.F.S. (European Federation of Sexology) - W.A.S. (World Association for Sexual Health)
Associazione Italiana Sessuologia Psicologia Applicata
A.I.S.P.A.

Presidente prof. Willy Pasini

Disfunzione erettile

 

disfunzione erettile

 

Disfunzione erettile: qual è la cura migliore?

 

Una recente review pubblicata sul numero corrente del journal of sexual medicine ha valutato gli effetti della terapia medica, della terapia psicologica e dell’associazione tra le due nel trattamento della disfunzione erettile.

 

8 studi, per un numero totale di pazienti pari a 562, sono stati inclusi nella meta-analisi.

 

Il trattamento combinato tra gli inibitori delle 5PDE (levitra – viagra – cialis) e l’intervento psicologico risulta essere il più efficace nel positivizzare la soddisfazione sessuale negli uomini affetti da disfunzione erettile.

 

disfunzione2

Il migliore risultato del trattamento combinato rispetto al solo uso delle 5PDE

potrebbe essere dovuto a:

-       Una migliore comprensione della modalità di assunzione ed utilizzo del farmaco

-       Una migliore conoscenza dei meccanismi psicologici che permettono al farmaco di funzionare meglio

-       Una diminuzione dell’ansia prestazionale

-       Una migliore accettazione del farmaco da parte della partner (se presente)

 

COMMENTO

 

La combinazione di intervento psicologico e terapia con inibitori delle 5PDE è una promettente strategia per un esito favorevole e soddisfacente negli uomini con disturbi dell’erezione e può essere considerata come una opzione terapeutica di prima scelta Questo risultato è in contrasto con la prevalente routine clinica, dove i PDE5-Inibitori sono spesso prescritti come un unico trattamento o sono, purtroppo, ordinati tramite Internet direttamente dai pazienti stessi.

Pertanto, una implicazione per la sanità pubblica sarebbe l’importanza di accrescere la consapevolezza del pubblico circa gli effetti promettenti delle terapie combinate rispetto ai singoli interventi.

Ma educare le persone con problemi dell’erezione non è certo l’unico obbiettivo da darsi. L’altro, non meno importante, è quello di insegnare a medici e psicologi a lavorare insieme collaborando nell’interesse del paziente anziché schierarsi rigidamente a difesa dei propri metodi terapeutici di riferimento.

La formazione sessuologica degli operatori che operano sulla salute sessuale delle persone è lo strumento più efficace per rendere l’approccio integrato una realtà clinica effettiva. Le scuole riconosciute dalla Federazione Italiana di Sessuologia Scientifica operanti sul territorio nazionale sono impegnate da anni in tal senso ed è importante che la letteratura scientifica ne confermi indirettamente l’importanza.

 

 

Roberto Bernorio

 

disfunzione3