counter stats
Affiliata a: F.I.S.S. (Federazione Italiana di Sessuologia Scientifica) - E.F.S. (European Federation of Sexology) - W.A.S. (World Association for Sexual Health)
Associazione Italiana Sessuologia Psicologia Applicata
A.I.S.P.A.

Presidente prof. Willy Pasini

LA SESSUALITà ORALE

Cara Dottoressa, Sono un ragazzo di 24 anni e da alcuni mesi condivido una stupenda relazione amorosa con una ragazza di 20 anni. Il problema è che io vorrei poter fare con lei del sesso orale reciproco (non so come si chiami scientificamente) ma lei rifiuta ogni mio tentativo di stimolarla in quel modo. Insomma.....quello che per me è espressione di vero amore ed intimità, per lei è una cosa contro natura. Può aiutarmi a capirci qualcosa?
Lorenzo  
 

Il sesso orale per lungo tempo è stato respinto e spesso anche ritenuto illegale da molte istituzioni. Alla base delle censure legali e della disapprovazione della società vi sono quelle proibizioni religiose che, pur vecchie di secoli, continuano ad essere ancora molto potenti. Da un lato le ricerche sessuologiche ci dimostrano come i rapporti orali siano appaganti per la coppia e possano essere considerati una valida forma di espressione sessuale. Dall’altro l’atmosfera di disapprovazione o proibizione in cui molta gente è cresciuta induce a vivere una sessualità basata più sul principio della colpa che non del piacere. Ma tornando al tuo problema, i dati statistici indicano che molte donne, pur desiderandolo, sono reticenti a farsi stimolare oralmente durante l’interazione sessuale. Questi scrupoli spesso derivano da difficoltà di accettazione dei propri genitali. In genere le donne crescono con la convinzione che la loro vulva non sia né bella né pulita. Di conseguenza, talune, durante il cunnilingus provano sensazioni miste: di eccitazione, stimolo e piacere da un lato, ma anche preoccupazione e vergogna dall’altro perché temono che le loro zone genitali non siano abbastanza adeguate e attraenti per il loro partner. Considerando la giovane età della tua partner, ti consiglierei pazienza, dialogo e rispetto per quelle che magari, anzichè inibizioni, sono solo lecite espressioni di preferenze soggettive.    

COMMENTO

Il termine sessualità oro-genitale indica sia il contatto della lingua sulla vulva, chiamato cunnilingus, sia il contatto sulla bocca del pene, chiamato fellatio. Il termine cunnilingus proviene dal latino cunnus, alternativo di vulva, e da lingere, che significa leccare. Fellatio deriva dal latino fellare che significa succhiare. Il sesso orale praticato contemporaneamente dai due partner è chiamato con il termine 69 perché la posizione assunta dalla coppia ricorda questo numero.  
 

Sara Bernorio

Psicologa, sessuologa clinica