L'immaginario erotico

Egregio dottore, ho 32 anni e spesso mi capita di avere fantasie in cui immagino di essere violentata da sconosciuti. Il problema è che tali fantasie mi eccitano molto, anche se poi l’idea di uno stupro reale mi terrorizza. Sono confusa e preoccupata; potrebbe aiutarmi a comprendere la mia perversione?   

Per definizione la fantasia sessuale fa riferimento ad una cosa che non sta accadendo e in campo sessuologico la maggior parte delle persone non desidera affatto la realizzazione pratica delle proprie storie immaginarie. L’immaginario erotico ha quindi una sua funzione autonoma…… slegata dalla realtà e non deve essere confuso con il desiderio di qualcosa di diverso. Ti posso assicurare che la tua fantasia con contenuti di violenza e masochismo non è assolutamente indice di perversione; soltanto il suo agito ( cioè la trasformazione in un comportamento reale ) si configurerebbe in una perversione, evenienza, mi sembra di capire, per te assolutamente indesiderabile. Tra l’altro questo tipo di fantasia rientra tra le più frequenti nell’universo femminile; sappi quindi di non essere neppure una donna particolarmente strana. Concediti le tue fantasie, soprattutto le più eccitanti, ricordando che esse rappresentano il carburante che fa girare a pieno ritmo il motore della sessualità in tutte le sue fasi, dal desiderio all’orgasmo. I problemi sessuali spesso derivano proprio dal tentativo di reprimere l’immaginario erotico per sensi di colpa dettati da influenze educative e soprattutto per disinformazione. Un ultimo consiglio: gli studi dimostrano che le fantasie sessuali hanno un alto potere eccitatorio fintantochè sono segrete; non sbandierarle quindi ai quattro venti se non vuoi vedere evaporare questa capacità di far fluire energia sessuale.